Autotrapianto di capelli


Cos’è

L’intervento di autotrapianto di capelli permette di risolvere totalmente, o almeno in parte, il problema del diradamento dei capelli e della calvizie.

 

Tecnica chirurgica

Il prelievo dei follicoli da trapiantare viene effettuato nella regione occipitale, mediante una incisione la cui cicatrice verrà nascosta dai capelli residui, risultando invisibile. Dopo aver prelevato i lembi di cuoio capelluto si procede all’isolamento dei singoli bulbi piliferi e al loro posizionamento nell’area ricevente dove, a tale scopo, sono state praticate microincisioni cutanee.
Queste incisioni guariscono con la formazione di piccole croste, che si distaccano, solitamente, in 2-4 settimane; durante tale periodo, l’aspetto estetico potrebbe risultare lievemente compromesso.
Le incisioni nelle zone donatrici sono chiuse mediante punti di sutura da rimuoversi, di solito e se non diversamente specificato, dopo 10-14 giorni.

 

Durata dell’intervento e post-operatorio

L’intervento ha una durata variabile in base alle dimensioni dell’area di calvizie da correggere. Dopo l’intervento sarà necessario sottoporsi a medicazioni e controlli come concordato con i sanitari. Le suture dell’area donatrice sono solitamente rimosse e, se non diversamente specificato, dopo 10-14 giorni.
I risultati previsti sono generalmente buoni ma non garantiti, in quanto dipendenti dalla risposta biologica individuale.

 

Quando intervenire

L’intervento di autotrapianto di capelli è indicato per i pazienti affetti da calvizia.
Le sedute chirurgiche possono essere ripetute nel tempo, in modo da migliorare progressivamente i risultati, arrivando così gradualmente a una nuova immagine di sé.

Approfondisci

Non è il trattamento che stai cercando? Parti dalle tue esigenze.