Ginecomastia


Cos’è

Il termine ginecomastia indica un aumento di volume della ghiandola mammaria nell’uomo, le cui cause possono essere di varia natura e che si può verificare in qualsiasi periodo della vita.
La terapia chirurgica della ginecomastia permette di ottenere ottimi risultati e soddisfazione per il paziente, consentendogli di riguadagnare autostima e un’immagine virile, superando l’imbarazzo e il malessere psicologico dovuti a tale inestetismo.

 

Tecnica chirurgica

Dopo aver ridotto le dimensioni della mammella con una mastectomia sottocutanea, con una liposuzione o utilizzando entrambe le tecniche, è spesso necessario intervenire per ridurre la cute in eccesso non in grado di “riassorbirsi”.
Nella maggior parte dei casi, si riesce a limitare la cicatrice ad un piccolo segmento intorno al capezzolo, grazie alla tecnica del “round block” che consiste nella rimozione di un anello cutaneo attorno all’areola, con successiva sutura.
Quando l’eccessivo volume del pettorale è legato ad un anomalo aumento del pannicolo adiposo, la migliore soluzione chirurgica è certamente la liposuzione, che rappresenta, infatti, il metodo meno invasivo e più sicuro per correggere questo tipo di difetto estetico. Questa tecnica può parzialmente essere utile anche in caso di ginecomastia mista, con componente sia adiposa che ghiandolare.

 

Durata dell’intervento e post-operatorio

A seconda della tecnica utilizzata, la durata dell’intervento varia tra i 60 e i 90 minuti.
Al termine dell’intervento, al paziente vengono applicate una medicazione compressiva ed una guaina elastica, che dovrà indossare per circa 20-30 giorni, astenendosi per l’intero periodo da attività sportive o sforzi gravosi.
I punti di sutura saranno rimossi dopo 7 giorni circa, dopodichè il paziente potrà tornare a fare la doccia.

 

Quando intervenire

Le ginecomastie in senso proprio, con aumento stabile della componente ghiandolare, si diagnosticano forse con maggior frequenza nei giovani, mentre negli uomini più anziani è più facile imbattersi nella pseudo-ginecomastia, costituita sostanzialmente da un aumento del pannicolo adiposo.
Le indicazioni sul trattamento chirurgico della ginecomastia vera si basano su due importanti obiettivi: il ripristino della forma del torace e la diagnosi di un’eventuale lesione mammaria sospetta.
Attualmente, l’unico trattamento in grado di garantire la risoluzione di questa patologia è l’intervento chirurgico di mastectomia, abbinato eventualmente a una liposuzione.

Approfondisci

Non è il trattamento che stai cercando? Parti dalle tue esigenze.