Mentoplastica


Cos’è

Nella concezione occidentale della bellezza, esiste un equilibrio tra le dimensioni del naso e del mento. Questo significa che un mento piccolo può far apparire un naso più grande e, nel caso questo disequilibrio comporti un disagio per il paziente, potrà essere corretto mediante una riduzione del naso e un lieve aumento del mento.
Nella pratica clinica è raro che si debba intervenire per ridurre le dimensioni del mento, ma nel caso in cui sia necessario, è frequente che venga effettuato un intervento combinato sulla madibola, come la correzione di un overbite (morso avanzato) o di un underbite (morso arretrato).

 

Tecnica chirurgica

La mentoplastica può essere eseguita con diverse tecniche.
In un intervento combinato sulla mandibola, il mento può essere ridotto e la porzione inferiore può essere portata in avanti o in basso con un innesto osseo. In chirurgia estetica è più comune l’aumento del mento mediante l’inserimento di protesi, frequentemente in silicone.
Le protesi hanno diverse misure e possono essere anche modellate dal chirurgo nel caso sia necessario adattarle a particolari conformazioni ossee della mandibola.
La via d’accesso può essere a livello del fornice gengivale (endobuccale) o mediante una incisione nella porzione inferiore del mento.

 

Durata dell’intervento e post-operatorio

L’intervento ha la durata di circa un’ora. Nel periodo post-operatorio il paziente deve evitare qualsiasi pressione sull’area operata al fine di prevenire lo spostamento della protesi posizionata sul mento.

 

Quando intervenire

In caso le dimensioni del mento risultino sproporzionate rispetto all’estetica del volto nel suo insieme.

Approfondisci

Non è il trattamento che stai cercando? Parti dalle tue esigenze.