Minilifting addome


Cos’è

Nel caso in cui l’entità dell’eccesso cutaneo adiposo non sia tale da richiedere un’addominoplastica tradizionale si può ricorrerere alla miniaddominoplastica, una procedura meno ampia e complessa.
 

Tecnica chirurgica

La miniaddominoplastica consiste in un intervento di rimozione del tessuto adiposo in eccesso e delle pieghe cutanee nella parte inferiore e bassa dell’addome, al fine di tendere la parete addominale e migliorare l’aspetto di un addome prominente.
Si procede a uno “scollamento” della cute e dei tessuti sottostanti tra l’incisione soprapubica e l’ombelico, senza trasporre quest’ultimo. Verrà infine effettuato un riaccostamento della muscolatura addominale, abbinato ad una eventuale liposuzione ai fianchi.

Durata dell’intervento e post-operatorio

L’intervento di miniaddimoniplastica ha una durata di circa 2 ore: è più rapida di un’addominoplastica completa, e può talora essere effettuata anche in anestesia locale con sedazione in regime di day hospital.
Il decorso post-operatorio prevede il riposo e l’astensione dalle attività gravose per 15-20 giorni.

 

Quando intervenire

L’intervento è consigliabile a quelle pazienti che, dopo varie gravidanze, riportino un rilassamento della cute e della muscolatura addominali. Se si pianifica un’ulteriore gravidanza, potrebbe essere consigliabile rimandare l’intervento, per non vanificarne l’effetto.

 

 

 

 

 

Approfondisci

Non è il trattamento che stai cercando? Parti dalle tue esigenze.