Rimozione Tatuaggi – laser Q-switched


Cos’è

Il laser Q-switched è uno strumento medicale che consente di agire sui pigmenti dei tatuaggi fino alla loro completa eliminazione.
Possono essere trattati tutti i tipi di tatuaggi, anche se i pigmenti chiari posso risultare più resistenti al trattamento.

 

Tecnica chirurgica

La terapia di rimozione dei tatuaggi richiede varie sedute, distanziate tra loro di circa 30 giorni.
Il trattamento non prevede l’iniezione di un anestetico locale, ma in taluni casi può essere utile applicare della crema anestetica a base di Lidocaina (ad es. Emla).
Il principale effetto del trattamento laser è la comparsa di una colorazione biancastra della cute; talvolta può verificarsi anche un lievissimo sanguinamento superficiale.

 

Durata dell’intervento e post-operatorio

Al termine del trattamento il medico applicherà una medicazione con un unguento antibiotico, e dopo circa 8-12 giorni vi sarà la completa rigenerazione della pelle. A questo punto, il tatuaggio inizierà ad apparire sbiadito.
Nei 15 giorni successivi al trattamento è molto importante evitare di esporsi ai raggi solari diretti e, nel caso, proteggere la pelle con dei filtri solari SPF 50+.

 

Quando intervenire

I vantaggi della cancellazione dei tatuaggi con il laser, a differenza di metodiche come la dermoabrasione e il laser CO2, sono rappresentati da una minor invasività del trattamento, rischio di cicatrici e tempi di recupero ridotti

Approfondisci

Non è il trattamento che stai cercando? Parti dalle tue esigenze.